Home » Bellezza » Radiofrequenza viso e corpo: cos’è, come funziona, prezzo, eventuali controindicazioni
Radiofrequenza viso e corpo: cos'è, come funziona, prezzo, eventuali controindicazioni. Scopri cos'è la radiofrequenza estetica per viso e corpo, come funziona il lifting senza bisturi, i costi. la durata degli effetti, i risultati della radiofrequenza viso e corpo, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Radiofrequenza viso e corpo: cos’è, come funziona, prezzo, eventuali controindicazioni

Radiofrequenza viso e corpo, una pratica non invasiva che permettere di rallentare i segni dell’invecchiamento. Scopriamo di cosa si tratta, come funziona la radiofrequenza e che costi e controindicazioni ha.

Radiofrequenza viso e corpo: cos’è e come funziona

Diciamo in primis che essendo una tecnica non invasiva ed indolore rientra nella branca della medicina estetica non chirurgica quindi.

Funziona attraverso l’uso di manipoli che emettono onde radio capaci di arrivare dall’epidermide, quindi allo strato più superficiale della pelle con un calore pari a 35° mentre penetrano più in profondità, cioè arrivano al derma a 55°- 60° e raggiungono l’ipoderma con un calore sprigionato pari a 40°.

Attraverso il richiamo ematico e la conseguente riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose vengono incentivate nel rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica e stimolano la produzione di nuovo collagene (la proteina che mantiene tonici i tessuti), elastina e acido ialuronico in modo naturale per l’appunto.

I giovamenti che se ne traggono principalmente sono:

  • riduzione delle rughe;
  • migliorala tonicità della pelle;
  • si arresta il rilassamento cutaneo;
  • riduzione delle smagliature;
  • attenua le zampe di gallina.

Il risultato è una pelle più sana, tonica e giovane. Si può impiegare su diverse parti del corpo fra cui viso, collo e decoltè.

I risultati che si hanno sul viso sono:

  • lifting che si ha grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità, riscaldandosi il collagene si denaturalizza e le fibre si accorciano rigonfiandosi quindi si ha un rimodellamento dell’area;
  • ossigenazione cellulare, la radiofrequenza ha un effetto di ossigenazione poiché s’incrementa il metabolismo cellulare e quindi si ha anche un miglioramento della microcircolazione;
  • pelle compatta;
  • distensione delle rughe;
  • ringiovanimento cutaneo;
  • drenaggio: la radiofrequenza agisce anche sui depositi di ritenzione idrica.

Sul corpo invece i risultati sono i seguenti:

  • tonificazione;
  • rassodamento;
  • schiarimento delle smagliature;
  • rimodellamento, biostimolando direttamente gli adipociti, coadiuvando l’effetto drenante e ossigenante della radiofrequenza, si ottengono buoni risultati sugli accumuli adiposi localizzati od estesi;
  • riduce gli inestetismi causati dalla cellulite.

Dunque dalla radiofrequenza si richiedono in particolare ringiovanimento cutaneo del viso, del collo e del decoltè mentre per il resto del corpo si mira a ridurre i problemi legati a smagliature, perdita di tono e cellulite.

Per quanto riguarda l’età è stato dimostrato che gli effetti migliori del trattamento si hanno su pelli di soggetti fra i 35 e i 60 anni e con un grado di rilassamento cutaneo basso o moderato. Può essere utile anche per il mantenimento dei risultati ottenuti con tecniche chirurgiche di intervento.

Viene spontaneo domandarsi se allora non ci possa sottoporre alle sedute prima, si può anche a 18 anni ma occorre verificare il grado di tonicità della pelle ed i motivi.

A differenza di un intervento chirurgico manca l’elemento invasivo, non c’è necessità di ricovero ospedaliero e non c’è convalescenza. Può essere effettuata da tutti i fototipi di pelle in qualsiasi periodo dell’anno, previa visita specialistica che escluda la presenza di infiammazioni o dermatiti sulla pelle, perché il trattamento può essere effettuato rigorosamente solo su pelle sana. Evitare il trattamento in presenza di scottature solari anche lievi ed evitare di esporsi ai raggi del sole, anche artificiali, nel periodo immediatamente successivo al trattamento.

Durante la seduta si usa sulla pelle una crema anestetizzante nel punto in cui viene applicato il manipolo e l’unico inconveniente è un po’ di rossore sulla zona trattata, che va via in poche ore. Sono necessarie dalle due alle sei sedute ma dipende sempre dalla zona. Già dalla prima seduta si notano i risultati.

Il tempo della seduta varia dal quarto d’ora ai sessanta minuti a seconda della zona da trattare.

Radiofrequenza viso e corpo: prezzo ed eventuali controindicazioni

Ci sono molti vantaggi in questo trattamento, ma anche molte cose a cui occorre fare attenzione.

Se ad esempio la pelle ha segni marcati di invecchiamento i risultati non saranno permanenti. Il tempo della durata dei risultati non è dato saperlo.

La radiofrequenza può essere utilizzata in abbinamento ad altre tecniche, il massaggio vacuum ad esempio che stimola la rigenerazione delle fibre elastiche, tra cui il collagene e l’elastina.

Il costo della radiofrequenza parte dai 700 euro per arrivare ai 4000 euro.

E’ molto importante che la radiofrequenza vada effettuata unicamente in centri estetici e sotto la stretta supervisione di personale medico qualificato perché le macchine lavorano a elevata temperatura, ed è fondamentale il controllo di un esperto se si vuole evitare il rischio di ustioni o altre complicazioni. Durante il trattamento si ha una sensazione di calore ma non è eccessivo.

Diffidate dei prezzi molto bassi e dei centri non specializzati, se viene eseguita senza il giusto protocollo può causare ustioni della pelle, gonfiori e arrossamenti nelle zone trattata.

Ricordiamo che se si sono da poco effettuati trattamenti invasivi con sieri antirughe è consigliabile aspettare tre mesi prima di sottoporsi alla radiofrequenza in quanto il calore potrebbe far durare meno l’effetto del filler.

Precisiamo che non tutti possono fare le sedute, devono evitarle coloro che hanno patologie dermatologiche, chi soffre di patologie cardiache o ha subito l’intervento con pacemakers, chi ha protesi metalliche, soffre di epilessia, aritmia e se si è stato di gravidanza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close