Home » Rimedi Naturali » Sudorazione notturna: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli utili
Sudorazione notturna: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli utili. Scopri cosa fare contro la sudorazione notturna eccessiva, quando preoccuparsi e i più efficaci rimedi naturali contro la sudorazione notturna eccessiva.

Sudorazione notturna: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli utili

Sudorazione notturna, un problema che si manifesta generalmente durante il sonno. Quali sono le cause? Esistono dei rimedi naturali? Indaghiamo su questo fenomeno.

Sudorazione notturna: cause

Non è certamente piacevole svegliarsi bagnati come se si fosse passata la notte sotto la doccia. E’ un fenomeno che si manifesta molto nei bambini.

Perché si suda? E’ un fenomeno fisiologico che regola la temperatura corporea mantenendola attorno ad un valore costante di 37°. Quando la pelle si surriscalda il corpo attiva il meccanismo della termoregolazione attraverso il sudore, ecco perché quando si ha la febbre si suda.

Quando però si suda troppo il fenomeno è detto iperidrosi, significa una notevole perdita di acqua e sali minerali ma anche un certo imbarazzo per il soggetto, soprattutto perché il sudore non è per lo più inodore.

Vediamo quali possono essere le cause della sudorazione notturna:

  • temperature calde, certamente vivere in un clima afoso e umido può comportare una notevole sudorazione;
  • squilibri ormonali, v’incorrono soprattutto le donne in gravidanza ed in menopausa;
  • farmaci, alcuni possono provocare un iperidrosi notturna come Idralazina, Nitroglicerina, Tamoxifene, Niacina e Sildenafil;
  • ansia, è una causa frequente di eccessiva sudorazione;
  • alimentazione sbagliata, cibi troppo piccanti, i fritti, la caffeina ed eccessivo consumo di alcolici;
  • stress, se siamo sempre molto tesi è più frequente che si manifesti l’iperidrosi;
  • patologie, può trattarsi del diabete (in particolare ci sono dei casi in cui la glicemia si abbassa durante la notte) come di un problema cardiaco o della tiroide o ancora di una patologia del sistema immunitario (anche una mononucleosi);
  • sovrappeso, è una condizione che comporta un notevole incremento della sudorazione;
  • cattiva digestione, determinata da ciò che abbiamo mangiato, magari fritti o alimenti pesanti, ma anche reflusso gastro-esofageo;
  • ipertensione arteriosa e sbalzi di pressione;
  • morbo di Hodgkin, che colpisce il sistema linfatico e comporta il rigonfiamento di tutti i linfonodi;
  • affaticamento cronico e disturbi al sistema neurovegetativo (ictus, siringomielia post-traumatica e neuropatie del sistema autonomo).

La sudorazione notturna è un problema da non sottovalutare perché può esser per l’appunto dovuto a patologie di cui è bene indagare la natura.

Nel caso dei bambini non è necessariamente collegato a qualche problema di salute, può trattarsi di caldo, un po’ di freddo ma si può anche avanzare un ipotesi di alimentazione sbagliata, incubi e troppi zuccheri in circolo.

Il problema può manifestarsi per qualche giorno e può durare settimane e mesi.

Che cosa fare? Occorre sottoporsi ad esami clinici ed analizzare la situazione:

  1. Il fenomeno è circoscritto o colpisce tutto il corpo?
  2. Che ruolo ha l’alimentazione?
  3. Che ruolo ha lo stress?
  4. Si è sempre sofferto di iperidrosi o è un fenomeno recente legato ad una problematica di salute?

Una volta vagliate le risposte occorre rivolgersi al medico. Nei casi in cui si può intervenire da soli si può ricorrere ai rimedi naturali.

Sudorazione notturna: rimedi naturali e consigli

ATTENZIONE: nel caso in cui la natura dell’iperidrosi notturna sia dovuta a situazioni patologiche o che coinvolgono donne in gravidanza occorre rivolgersi al medico. Le informazioni di seguito riportate hanno sono esclusivamente di carattere informativo.

Sudorazione notturna: consigli utili

L’ideale sarebbe innanzitutto rivedere l’alimentazione: meno zuccheri, la sera niente cibi indigesti e pesanti, evitare dunque fritto, alcool, carne e cibi molto speziati. In presenza poi di diabete è fondamentale tenere sotto controllo la glicemia ed invece chi soffre di reflusso dovrebbe fare attenzione a ciò che la sera può scatenarlo. Assolutamente da evitare: tè, cioccolato, caffeina e bibite gassate. Niente agrumi, né sottaceti e niente cibo piccante. Verificare se si soffre di allergie alimentari.

E’ importante la temperatura della stanza, di giorno va fatta arieggiare e la sera le finestre vanno chiuse per non far entrare troppa aria fredda ed umido in inverno. Evitare di vestirsi pesantemente ed usare tessuti traspiranti.

Bere frequentemente, specie se si sa già che si suderà durante la notte.

Stendere un asciugamano sul letto per assorbire il sudore.

Evitare ovviamente di fumare.

Sudorazione notturna: rimedi naturali

Per poter adoperare i rimedi naturali occorre conoscere la causa della sudorazione notturna.

Se ad esempio il problema è l’ansia, l’agitazione e lo stress sarebbe utile assumere tisane rilassanti a base di:

Sono tutte piante che aiutano il rilassamento, favoriscono la calma ed il sonno. Si può praticare yoga, meditazione e training autogeno.

E’ utile un bagno caldo in cui si verserà dell’argilla verde che assorbe ma restringe anche i pori. Vasta versarne una tazza nella vasca da bagno. Si acquista in erboristeria oppure online.

Anche un pediluvio non è una cattiva idea, basta un secchio di acqua calda, del bicarbonato e un’essenza rilassante in gocce, lavanda ad esempio. Deve durare 15 minuti al massimo. Asciugare molto bene i piedi dopo. E’ una buona pratica che favorisce molto il rilassamento.

In omeopatia si utilizza il noce bianco (junglan) perché ha proprietà depurative, antimicotiche, antibatteriche ed astringenti. Per l’assunzione rivolgersi al medico omeopata.

Per ridurre la sudorazione si può provare a bere una piccola tazza di tisana alla salvia, basta far bollire poche foglie fresche per 5 minuti. Si può bere anche fredda. Non esagerare e non assumere senza consulto medico. In alternativa fare dei massaggi con l’olio essenziale di salvia diluito in un olio vegetale o in una crema per il corpo.

Anche la tisana di calendula aiuta a ridurre notevolmente la sudorazione. Si acquistano i fiori e si lasciano in infusione per una decina di minuti in acqua calda. Si filtra e si beve.

Se il sudore è circoscritto provare a tamponare quella parte con aceto di mele diluito. Può essere utile in alternativa un lavaggio con acqua e qualche goccia di tea tree oil.

Con gli oli essenziali, opportunamente diluiti, si possono anche creare dei deodoranti naturali.

Vi capita di aver episodi di sudorazione notturna?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close