giovedì, Febbraio 22 2024

Il pomodoro è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Solanaceae.

E’ originario del Sud America, ma viene coltivato ovunque.

La sua raccolta avviene in estate ed è in questa stagione che possiamo trarne i massimi benefici.

Il pomodoro è conosciuto per le sue proprietà benefiche e farne uso quotidianamente fa molto bene.

Proprietà benefiche del pomodoro

  • Proprietà diuretiche: l’alto tasso d’acqua contenuto nei pomodori (95%) aiuta l’organismo a depurarsi.
  • Proprietà antitumorali: l’assunzione costante di pomodori aiuta l’organismo a tenere lontana l’insorgenza di tumori del pancreas.
  • Proprietà antiossidanti: il beta-carotene, la Vitamina E e la Vitamina C, rallentano l’invecchiamento, rallenta la degenerazione maculare. Assieme alle fibre, contrastano l’attività dei radicali liberi prevenendo i tumori e le malattie cardiovascolari. Il licopene è in grado di rallentare la proliferazione di cellule tumorali.
  • Proprietà disintossicanti: il glutatione facilità l’espulsione dei metalli pesanti dall’organismo in special modo del piombo.
  • Proprietà reminalizzanti: La vitamina K e il calcio sono utili per il rafforzamento delle ossa. Il licopene stimola la loro formazione e perciò si raccomandano i pomodori a chi ha disturbi di osteoporosi, quindi alle donne in menopause e i vecchi. Inoltre tiene sotto controllo il colesterolo. Il potassio rilassa le pareti dei vasi sanguigni, regolando la pressione arteriosa. Il cromo controlla i livelli di zucchero nel sangue. Se ne consiglia l’uso ai diabetici.
  • Proprietà antianemiche: i pomodori contengono acido folico e vitamine del gruppo B che sostengono chi soffre di stati anemici e le donne in gravidanza. Il feto viene aiutato per la formazione cerebrale.
  • Proprietà antidepressive: mangiare il pomodoro aiuta i soggetti a combattere gli stati depressivi, grazie all’acido folico.
  • Proprietà antinfiammatorie: il pomodoro cura la pelle arrossata e ustionata dalle piccole scottature domestiche.

Come pulire e tagliare i pomodori

I pomodori che si vogliono utilizzare per fare un sugo, si possono spellare dopo averli passati nell’acqua tiepida.

Per preparare delle insalate, basta lavarli, eliminare il picciolo e tagliarli a fettine, ma si possono cucinare anche interi oppure passare col passaverdure e ricavare tutto il sugo. L’importante che prima di tutto si devono lavare ed asciugare.

Come cucinare i pomodori

I pomodori si possono preparare in tanti modi: si possono mangiare crudi nelle insalate, oppure semplicemente tagliati a metà e mangiati a morsi dopo averli conditi col sale. La buccia contiene i carotenoidi molto utili per la salute. Si possono preparare i sughi dopo averli passati ed arricchiti con sedano, basilico, aglio o cipolla. Possono essere grigliati o al forno e riempiti con carni o altre verdure. I pomodori si possono anche essiccare al sole dopo averli tagliati a metà e salati abbondantemente, conservati interi sott’olio nei vasetti. Con la passata di pomodoro, salata e lasciata asciugare, si può ricavare un estratto gustosissimo che può essere conservato per lungo tempo ed utilizzato per condire carni e pesci.

Ricette con i pomodori: primi piatti

Paccheri al pomodoro con crema filante

Questo è un piatto di pasta molto appetitoso, poiché al sapore sempre buono della salsa di pomodoro abbiamo unito la cremosità del formaggio e il profumo freschissimo del basilico. Potete preparare questa ricetta sia per un pranzo domenicale che renderà tutti felici che per una cena, anche se molti sconsigliano di mangiare la pasta a cena, ma quando è condita con ingredienti genuini va benissimo. Non appesantisce e non ci sono grassi nocivi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di paccheri
  • 200 gr pepato vecchio
  • 4 pomodori
  • 20 grammi pecorino
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 ciuffo basilico
  • olio di oliva extravergine q.b.

Procedimento:

In una padella antiaderente, preparate un soffritto con poco olio extravergine d’oliva e aggiungete il pomodoro lavato, tagliato e privato dei semi.

Lasciate ammorbidire ed aggiungete lo spicchio d’aglio e il basilico.

Insaporite il sugo con poco sale e abbondante pepe nero.

Lessate i paccheri in abbondante acqua salata, scolateli e versateli nella padella col sugo.

Aggiungete il pepato tagliato a striscioline sottilissime.

Amalgamate bene la pasta, sulla fiamma bassa e completate col pecorino.

Servite i paccheri, aggiungendo sulla pasta un ciuffetto di basilico.

Spaghetti alle vongole e pomodorini

Gli spaghetti alle vongole sono sempre un successo quando le prepariamo e se usiamo i nostri pomodorini freschi, diamo un tocco in più al piatto, ricco di sapori freschi e accattivanti. Anche se la preparazione è semplice, questo è un piatto speciale perché cattura il nostro palato oltre che l’olfatto.

Se lo preparate per i vostri amici, riscuoterete certamente un gran successo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr di spaghetti
  • 600 gr di vongole
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • peperoncino q.b.
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Preparate le vongole facendole spurgare in acqua fredda.

Sciacquatele e versatele in una padella capiente con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Col calore le vongole si apriranno tutte.

Uscite le vongole dalla padella, privatele dai gusci, tranne qualcuno che servirà per la decorazione finale del piatto, mentre il sughetto delle vongole conservatelo per un momento successivo.

In una padella, con poco olio evo mettete i pomodorini tagliati a metà e lo spicchio d’aglio.

Amalgamate i pomodorini e lasciateli ammorbidire leggermente aggiungendo poco pepe e sale.

Unite tutte le vongole e il loro sughetto e lasciate in cottura. Aggiungete il peperoncino e solo se occorre insaporite con altro sale e pepe, infine sfumate col vino bianco.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e versatela nel padella con le vongole.

Amalgamate bene la pasta al condimento, sulla fiamma vivace.

Servite aggiungendo un trito di prezzemolo.

Ricette con i pomodori: secondi piatti

Pesce in brodo con pomodorini di Pachino

Abbiamo scelto di proporvi un piatto dove il pomodoro si amalgama ad altri ingredienti nella preparazione del brodo di pesce, conosciuto anche come fumetto di pesce. Per la preparazione abbiamo usato un’orata, una sogliola, uno scorfano e un nasello, ma voi potete aggiungere altri pesci che il rombo, purché non abbiamo sapori forti. Un nostro giudizio su questo piatto? Una squisitezza.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di pomodorini di Pachino
  • 1 litro di acqua
  • 500 gr di pesce
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50 gr di burro
  • 75 gr di cipolle
  • 1 ciuffetto di prezzemolo tritato
  • 50 ml di vino bianco
  • 5 g di pepe nero in grani
  • sale q.b.

Procedimento:

Per la preparazione del pesce molti usano gli scarti, noi vi consigliamo di prendere il pesce intero.

Pulite e lavate bene il pesce, eliminando il sangue e le budella.

Fate sciogliere il burro in un tegame, aggiungete l’aglio e la cipolla.

Fate soffriggere per pochi minuti, quindi aggiungete i pomodorini e li lasciate ammorbidire.

A questo punto aggiungete i pesci e lasciate insaporire per due minuti.

Sfumate col vino bianco e aggiungete un po’ per volta il brodo vegetale fino a coprire completamente il pesce.

Aggiungete a questo punto il sale, il pepe ed abbondante prezzemolo.

Coprite il tegame e lasciate in cottura 40 minuti circa a fiamma media.

A cottura ultimata, filtrate il brodo di pesce, con un colino.

Il pesce può essere servito solo con un filo d’olio e un mestolino di brodo.

Potete conservare in frigo per due giorni al massimo, il brodo filtrato o utilizzarlo subito per preparare una pasta corta.

Il brodo di pesce può essere anche congelato nel contenitore del ghiaccio; è una comodità perché si può usare all’occorrenza come si fa in genere per il dado.

Baccalà alla ghiotta

Questo piatto appetitoso è una tradizione siciliana, molto apprezzato e ricco di sapori e profumi. Ve lo proponiamo per farlo conoscere anche a chi non lo ha mai preparato. Il baccalà non è altro che il merluzzo lasciato sotto sale ed è ricco di tanti nutrienti utili per la salute del nostro organismo. Tutti gli altri ingredienti completano il piatto con le loro proprietà benefiche.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr di baccalà già ammollato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 500 gr di patate
  • 1 cipolla
  • 100 gr di olive bianche
  • salvia q.b.
  • rosmarino q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • capperi q.b.
  • uvetta q.b.
  • 1 ciuffetto di prezzemolo

Procedimento:

Lavate e scolate il baccalà e tagliatelo a bocconcini.

Pulite e lavate le patate, tagliatele in grossi pezzi.

In un tegame, preparate un soffritto, con l’olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio e la cipolla tagliata grossolanamente, in cui disponete le patate che fate rosolare insaporendo con pepe, salvia e rosmarino.

Continuate la cottura aggiungendo i pomodorini tagliati a metà e lasciate in cottura a fiamma vivace e col coperchio.

Controllate con i rebbi della forchetta la consistenza delle patate e quando saranno a metà cottura e non troppo cotte, disporre sulle patate i pezzi di baccalà. Aggiungete i capperi che avete precedentemente sciacquato, l’uvetta, le olive nere, abbondante pepe e il sale regolandovi assaggiando il baccalà che potrebbe risultare già molto salato.

Continuate la cottura a fiamma bassa e col coperchio e, se occorre, aggiungendo un po’ alla volta dell’acqua.

Terminate la cottura quando il baccalà sarà morbido, ma non troppo.

Servite il baccalà aggiungendo il prezzemolo tritato.

Come cucinare i pomodori: contorni

Pomodori ripieni e croccanti

Per la preparazione dei pomodori ripieni e croccanti, si possono usare tanti ingredienti, ma noi abbiamo preferito farcirli soltanto con ingredienti semplici.

Non potevano mancare i pomodori ripieni fra le idee su come cucinarli. Noi ve li proponiamo come un contorno fresco e leggero che potete preparare in pochi minuti.

E’ un gradevole piatto estivo ricco di nutrienti sani e genuini, adatto a una dieta ipocalorica. Possono accompagnare un secondo di pesce o di carne.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 pomodori grandi
  • pangrattato q.b.
  • 1 spicchio aglio
  • 12 foglie di basilico
  • 1oo gr di olive nere
  • parmigiano q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • 100 gr di mandorle tostate

Procedimento:

Lavate i pomodori, asciugateli ed eliminate il picciolo e tagliateli a metà.

Svuotate l’interno del pomodoro e metteteli a scolare.

In una scodella preparate un trito di basilico, d’aglio, aggiungete l’olio extravergine d’oliva e le olive nere spezzettate.

In una padella mettete a tostare il pangrattato condito col parmigiano e le mandorle. Aggiungete sale e pepe nero.

Mescolate delicatamente, fino a quando vedrete la colorazione dorata del pangrattato.

Mettete sulla griglia per un paio di minuti, i pomodori capovolti.

Disponete i pomodori su un piatto e mettete dentro ciascuno il soffritto con le olive.

Aggiungete il pangrattato con le mandorle tostate.

Infine, completate i pomodori con l’erba cipollina e un filo d’olio evo.

Previous

Come cucinare i ceci: ricette facili e veloci

Next

Zucchine: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche