Home » Alimentazione » Erbe per dimagrire: le piante che aiutano a perdere peso
Erbe per dimagrire: le piante che aiutano a perdere peso
Erbe per dimagrire: le piante che aiutano a perdere peso. Scopri quali erbe scegliere per dimagrire, i consigli utili e i rimedi naturali per dimagrire con le erbe.

Erbe per dimagrire: le piante che aiutano a perdere peso

In tema di dimagrire e perdere peso non possiamo non citare le erbe per dimagrire. Le trovi senz’altro in erboristeria, in diversi preparati, ma potendo e volendo perché non coltivarle in casa tua? In veranda, sul balcone, in giardino o sulla terrazza. Non tutte saranno accessibili o facili da coltivare per lo scopo ma almeno quelle per le tisane, sarebbe un bene averle in casa. Inoltre fare giardinaggio aiuta a smaltire calorie e rilassa, quindi alla fin fine è utile in vari modi.

Qui non parleremo di come si piantano le erbe per dimagrire ma quali sono e gli effetti positivi sull’organismo.

Vediamo innanzitutto le categorie in cui si raggruppano le piante dimagranti:

1. Erbe per dimagrire diuretiche

Asparago (rizoma, radici), betulla (foglie), ciliegio (peduncoli dei frutti), equiseto (parti aeree), frassino (foglie e semi), gramigna (rizoma), mais (stimmi o “barbe del mais”), olmaria (fiori), ortosifon (foglie), ononide spinosa, (radice), ortica (pianta fiorita, radici, foglie), pilosella (parti aeree), prezzemolo (parti aree, radici), rusco o pungitopo (rizoma), tarassaco (radice) e verga d’oro (sommità fiorite). Queste sono erbe molto diuretiche, quindi fanno perdere liquidi e sono utili per depurare l’organismo (pensa alla cellulite, al gonfiore). Si assumono come tisane da 1 a 3 tazze al giorno (mattina, pomeriggio, prima di andare a dormire)

2. Erbe per dimagrire ricche di fibre

Semi di psillio, gomma di guar, agar agar, glucomannano, pectina e algina. Aiutano a stabilizzare la glicemia ed ad aumentare il senso di sazietà, con la crusca occorre non eccedere perché a lungo andare riduce l’assorbimento dei sali minerali. Chiaramente le fibre di frutta e verdura son decisamente migliori ma queste erbe si trovano sottoforma d’integratori. Da evitare in caso d’irritazione dell’intestino, meteorismo e dispesie.

3. Erbe per dimagrire acceleranti del metabolismo

Alghe e quercia marina. Le alghe in particolare sono ricche di iodio, sono ricche di vitamine, minerali e fibre. Evitare di eccedere per non incorrere in tachicardia, ipertensione e ipertiroidismo.

4. Erbe per dimagrire stimolanti

Arancio amaro ovvero il frutto acerbo, i semi del guaranà, chicchi di caffè, le foglie del matè, tè nero e verde in foglie, la corteccia del fusto yohimbe. Queste erbe dimagranti sono anche stimolanti e riducono il senso di fame. Non bisogna mai esagerare, per non incorrere in effetti collaterali quali: insonnia, nervosismo, ansia. Meglio evitarle se si soffre di cuore, ipertensione e diabete.

Le erbe dimagranti, molto spesso, non sono altro che tisane depuranti che aiutano a bruciare i grassi, ridurre l’appetito e perdere i liquidi che gonfiano ed inevitabilmente fanno peso.

Ecco alcuni esempi di queste erbe dimagranti:

  • la gramigna, depurativa e diuretica, ottima contro la ritenzionbe idrica;
  • il guaranà, sopra citato, aiuta a perdere peso velocemente e spezza la fame;
  • il tarassaco, ottimo diuretico e ricco di vitamine;
  • il ginseng, ideale contro la fame nervosa e per dimagrire velocemente;
  • il tè verde, accellera il metabolismo;
  • il ginepro, è una pianta diuretica che può esser combinata ad altre erbe dimagranti;
  • lo zenzero è un ottimo digestivo che previene il gonfiore;
  • l’alloro anche, è un ottimo digestivo;
  • il ginkgo biloba è ottimo invece per i problemi vascolari causati da ritenzione idrica.

Proseguiamo con altre erbe per dimagrire che si possono usare come spezie, nella preparazione dei piatti, nelle insalate o naturalmente come tisane.

  • Il cardamomo è molto utile contro la fame nervosa, perciò lo si può assumere durante il pomeriggio in infuso.
  • La melissa, anch’essa un ottimo spezza fame nonché rilassante è più consigliata per gli attacchi di fame notturna.
  • La rodiola è utile contro gli attacchi improvvisi di fame mentre la portulaca selvatica è un buon diuretico (se ne mangiano le foglie in insalata).
  • L’aglio è un forte depurativo e ci si può fare la tisana che inoltre è un ottimo antibiotico naturale ed anticolesterolo.
  • L’aloe vera, il cui succo (non fatelo a casa!) è ottimo per dimagrire e l’alismataceae, di cui si adoperano i fiori ed i cui risultati arrivano con il tempo, quindi non è molto adatta a chi vuole perdere peso velocemente.

Fra le erbe per dimagrire citiamo anche il chitosano, che aiuta a ridurre l’accumulo del grasso, la garcinia cambogia, che da un senso di sazietà, la banaba e la gymnema, che hanno delle proprietà ipoglicemizzanti.

Abbiamo già citato l’erba mate che aiuta a combattere la fame è digestiva ed è diuretica ma adesso parliamo anche dell’agrifoglio, su cui però si stanno ancora compiendo degli studi, in pratica l’agrifoglio è la nostra versione del mate, ma assolutamente non preparate infusi di vostra sponte in casa e non beveteli, perchè molte erbe hanno effetti buoni ma possono contenere anche delle tossine (come l’aloe) e vanno dunque trattate.

Anche molti vegetali ed ortaggi sono considerati depuranti ed ottimi per calare di peso, abbiamo citato l’asparo ed il tarassaco ma anche il carciofo e il fucus. Il fucus è ottimo per aiutare il metabolismo e si assume la mattina. Non dimentichiamoci poi dell’ananas, i cui estratti ed infusi sono ottimi contro la ritenzione idrica.

Gonfiore addominale? Meglio optare per una tisana alla liquirizia, o al ginocchio, o tisana di semi di anice, interessante anche la malva molto utile contro l’intestino pigro e l’infuso di timo naturalmente.

Esempio di tisana con erbe dimagranti e depurative:

  • 10 grammi di fucus (l’alga intera)
  • 10 grammi di bardana
  • 5 grammi di semi di finocchio
  • 5 grammi di foglie di the verde

Si bolle il tutto in 100 ml di acqua fredda per 10 minuti e i lascia in infusione per dieci minuti. Si filtra e si beve.

Tisana di tarassaco:

Tisana alla malva e melissa:

  • 20g di Malva
  • 10g di Melissa

Stesso procedimento, in caso di bustine già pronte basta lasciare in infusione.

Tisana all’aglio e zenzero:

  • 1 spicchio d’aglio con la buccia
  • 1 fettina di zenzero fresco

Si fa bollire il tutto in 100 ml di acqua fredda quindi si filtra e si beve.

Tisana di alloro

  • 5 foglie di alloro

Si mettono a bollire in 100 ml di acqua per 10 minuti e si lasciano in infusione per cinque minuti circa. Si filtra e si beve.

Tutte le bevande possono essere dolcificate con il miele ma senza esagerare.

Autore Redazione Portalebenessere.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *