Home » Rimedi Naturali » Giramenti di testa: cause, rimedi naturali e quando allarmarsi
Giramenti di testa: cause, rimedi naturali, cosa fare subito contro i capogiri.
Giramenti di testa: cause, rimedi naturali, cosa fare subito. Scopri quali sono le cause dei capogiri, cosa fare per i giramenti di testa improvvisi, i migliori rimedi naturali e quando rivolgersi al medico.

Giramenti di testa: cause, rimedi naturali e quando allarmarsi

I giramenti di testa : cosa sono? Perché si presentano? Come si possono contrastare? Cosa fare contro i giramenti di testa improvvisi? Quali sono i rimedi naturali? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande.

Iniziamo col dire che sono una cosa ben distinta dalle vertigini, che sono una forma più aggravata di questo disturbo. Nel primo caso parliamo di un lieve disturbo dell’equilibrio, mentre nel secondo caso il corpo ha una percezione distorta di sé nello spazio che lo circonda.

I giramenti di testa di per sé non comportano gravi problemi, ma se frequenti e non curati possono dar luogo alle vertigini che invece se non curate comportano perdita dei sensi, spossatezza e stato confusionale.

Giramenti di testa: possibili cause

Da cosa dipende il nostro equilibrio? Da tre meccanismi:

  1. l’orecchio con l’apparato vestibolare;
  2. la zona cervicale con i sensori della posizione;
  3. nell’occhio.

La coordinazione dei tre regolatori determina il nostro equilibrio. Quando si creano scompensi, acquisizione di informazioni errate o malfunzionamento di uno di questi organi perdiamo l’equilibrio e ci gira la testa.

In sostanza anche una minima cosa può scatenare un giramento di testa, un movimento brusco come alzarsi velocemente dal letto ad esempio. Tutta una serie di fattori possono influenzare quest’equilibrio, il nostro stato di salute in primis, lo stress ed i nostri movimenti.

L’ansia è da tenere particolarmente in conto perché si tratta di un circolo vizioso, si alimentano a vicenda.

Vediamo quali sono le cause dei giramenti di testa:

  • ipotensione, ovvero soffrire di pressione bassa ed anche ipertensione, ovvero avere la pressione molto alta;
  • problemi all’apparato circolatorio;
  • anemia, quindi soffrire di carenza di ferro;
  • disturbi all’orecchio, infezioni ad esempio o problemi agli otoliti;
  • effetti collaterali di farmaci;
  • brusco calo della glicemia;
  • gravidanza;
  • sforzi fisici dopo i pasti;
  • cervicalgia, in conseguenza alla compressione dei vasi sanguigni e dei nervi (dovute magari ad artrosi) che raggiungono il sensore di posizione;
  • attacchi di panico, come dicevamo è un circolo vizioso;
  • affaticamento della vista, di cui è generalmente soggetto che lavora molto al pc;
  • gastrite e reflusso gastroesofageo;
  • problemi correlati alla tiroide;
  • colpo di frusta, a seguito di un incidente;
  • scompensi energetici dovuti a scorretta alimentazione (sovente a causa di diete fai da te o digiuni);
  • stress eccessivo;
  • cinetosi (malattia del movimento);
  • colpo di calore;
  • sinusite;
  • disidratazione.

Ecco come si manifestano i capogiri:

  • tremore;
  • “stanza che gira”;
  • perdita dell’equilibrio;
  • nausea;
  • mal di testa;
  • debolezza;
  • ronzio alle orecchie;
  • pallore;
  • stordimento.

Non è detto che si manifestino tutti questi sintomi, delle volte avvertiamo solo la stanza che ruota intorno a noi.

Alcune cause non sono gravi e non comportano un disturbo serio e prolungato, ma se il disturbo persiste è il caso di rivolgersi al medico.

Se la sintomatologia è persistente si procederà con la misurazione dei parametri dell’organismo, con una TAC e con un esame dell’orecchio, soprattutto per verificare eventuali danni al labirinto o lo spostamento degli otoliti.

Giramenti di testa: possibili rimedi naturali

Se soffriamo di giramenti di testa occasionali, che non sono legati a disturbi fisici, può voler dire solo una cosa: non ci prendiamo cura di noi stessi. Quando è stata l’ultima volta che abbiamo fatto qualcosa che ci piaceva o ci rilassava? Siamo continuamente sotto la morsa dello stress? Soffriamo di ansia?

C’è solo una cosa da fare: staccare la spina. Lavorare sì ma anche riposarsi, dedicarsi ad un hobby, vivere insomma.

Il cibo è un altro capitolo importante, serve a sostentarci darci energia non ad affaticarci e non è da considerare un nemico o una punizione. Una dieta scorretta da origine a tantissimi problemi, scompensi di glicemia e pressione per dirne due.

Passiamo i rimedi pratici per contrastare i capogiri:

  • zucchero, un succo di frutta o dell’acqua e zucchero in caso di glicemia bassa sono l’ideale;
  • sollevare le gambe, in caso di problemi di pressione;
  • infuso di zenzero, aiuta a calmare i giramenti di testa;
  • pepe di cayenna, utile contro l’ipotensione;
  • ginkgo biloba, un integratore che aiuta a contrastare la stanchezza;
  • latte e basilico, rimedio della nonna, bollire un bicchiere di latte e lasciarvi in infusione due foglie di basilico. Bere prima di andare a dormire;
  • Arnica o artiglio del diavolo, per le infiammazioni della cervicale (integratore o gel);
  • bere acqua, sovente crediamo che visto che non sentiamo la sete non sia necessario bere. Sbagliato. Si deve bere costantemente o si finisce disidratati;
  • decotto di vite rossa, si prepara facendo bollire per una decina di minuti un cucchiaio da tè di foglie essiccate in una tazza d’acqua. Trascorso questo tempo si filtra e si beve. Migliora la circolazione;
  • infuso di valeriana e melissa, per contrastare l’ansa e favorire il relax;
  • infuso di passiflora, contro gli attacchi di panico (chiedere consiglio al medico, non assumere in concomitanza di psico farmaci);
  • olio essenziale di lavanda, per massaggi rilassanti che favoriscono il riposo;
  • tisane di pervince, utili per contrastare i capogiri.

Cosa fare contro i giramenti di testa improvvisi?

  1. cercare di sedersi facendosi aiutare;
  2. non muovere la testa;
  3. chiedere dell’acqua o un succo di frutta (solo se si è in carenza di zucchero);
  4. bere acqua a temperatura ambiente se è un colpo di calore e detergere il sudore;
  5. dopo che è passato sdraiarsi lentamente o restare seduti in caso di nausea e non fare comunque movimenti bruschi;
  6. verificare la pressione.

Quando bisogna allarmarsi?

Se i capogiri non smettono e se non si capisce cosa li causi è bene consultare il medico. Sovente i capogiri sono una piccola spia che indica un problema più grave nascosto. Se non sono occasionali e comportano una grave sintomatologia è il caso di correre ai ripari.

Se si soffre soventemente di giramenti di testa ricordarsi di muoversi sempre piano, evitare di guidare ed evitare gli sforzi fisici, non restare troppo sdraiati e non affaticarsi troppo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close