mercoledì , 18 ottobre 2017
Home » Rimedi Naturali » Pancia gonfia: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per sgonfiare la pancia
Pancia gonfia: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per sgonfiare la pancia. Scopri le cause della pancia gonfia e dura, cosa fare per prevenire i gonfiori addominali, cosa mangiare, i cibi da evitare e i migliori rimedi naturali contro la pancia gonfia e dolorante.

Pancia gonfia: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per sgonfiare la pancia

Pancia gonfia: un fastidio che può essere la spia di vari problemi, solitamente si tratta di disturbi dell’apparato digerente, su cui però incidono vari fattori. Vi siete mai chiesti perché la pancia diventa gonfia, dura e dolorante con conseguenze noiose e tutt’altro che piacevoli?

Cosa s’intende esattamente per pancia gonfia? Si tratta di quella fastidiosa sensazione di gonfiore, causato sovente da un ristagno di gas. Che può anche comportare dolorosi crampi. Può essere passeggero, ma può anche essere un fenomeno che si prolunga con non poche conseguenze. Mettiamo che il problema della pancia gonfia si protragga, se lo si somma al grasso viscerale può creare danni non indifferenti.

Vediamo quali sono le cause della pancia gonfia, quali alimenti è preferibile mangiare e quali rimedi naturali possiamo adottare.

Pancia gonfia: le cause

Pancia gonfia e dolorante cosa mangiare e cibi da evitare.

Fra le prima cause dell’addome gonfio decisamente vi è l’alimentazione che non è sempre scorretta, delle volte mangiamo dei cibi che tendono a gonfiarci e che per tanto sarebbe meglio evitare.

Poi c’è proprio l’alimentazione scorretta, un eccesso di grassi e zuccheri che non vengono ben metabolizzati, bevande gassate ma soprattutto la birra che gonfia tantissimo. Ovviamente anche gli alcolici sono da annoverare, perché inoltre causano la cirrosi epatica. Attenzione ad un eccesso di fibre, sono salutari ma se ne si consumano troppe fra frutta, verdura e legumi possono irritare l’intestino e creare gonfiore.

Anche il modo in cui si mangia, troppo veloce senza masticare bene, contribuisce a gonfiare la pancia. Anche la cattiva digestione può contribuire.

L’intolleranza a lattosio e glutine non è da sottovalutare, se siete in dubbio fate le analisi.

Lo stress e la tensione molto spesso causa ristagno di aria gonfiando l’addome.

Altre volte si può parlare di eccessiva produzione di succhi gastrici, se si ha la pancia gonfia a digiuno. In altri casi invece il transito intestinale è rallentato, pertanto il cibo sosta per lungo tempo e causa fermentazione, quindi la stipsi oltre che un sintomo può essere una causa.

Le infiammazioni dell’intestino non sono mai da trascurare, alla base possono esserci varie cause, quindi se si sospetta di soffrire di colon irritabile è bene fare un controllo.

La ritenzione idrica potrebbe essere una causa da non sottovalutare ed in tal caso si noterà un gonfiore diffuso, in questo caso occorre valutare le condizioni di reni ed apparato circolatorio.

Anche i tumori purtroppo sono una causa ma si accompagnano ad un’altra sintomatologia.

La sintomatologia della pancia gonfia è la seguente:

  • sensazione di pesantezza;
  • stitichezza o diarrea;
  • difficoltà digestive;
  • coliti;
  • aerofagia;
  • stanchezza;
  • malessere generale;
  • tensione addominale;
  • nausea;
  • crampi dolorosi;
  • pancia dura e dolorante;
  • eruttazione.

Pancia gonfia e dolorante: consigli utili

Prima di buttarsi su un rimedio a caso è bene scoprire la causa e dunque parlare con il medico, specie se è un problema ricorrente o che si protrae nel tempo.

5 cose da fare subito:

  1. fare analisi e controlli;
  2. smettere di bere alcolici;
  3. smettere di fumare;
  4. controllare il fegato;
  5. controllare il grasso viscerale.

Rimedi naturali contro la pancia gonfia

Se si tratta di un gonfiore addominale temporaneo possiamo adottare uno dei tanti rimedi della nonna:

1. Carbone vegetale, in pastigliette o in polvere da sciogliere in acqua, ideale contro il ristagno dei gas. Il risultato son feci nere, non spaventatevi.

2. Acqua calda e limone, da bere a digiuno tutte le mattine previene a prescindere il gonfiore e i fastidi di stomaco ed intestino.

3. Tisana allo zenzero, ideale per digerire, basta farne bollire un pezzetto mondato per dieci minuti.

4. Succo di mela, se la causa è lo stomaco un bicchiere di succo di mela aiuterà a diminuire il problema.

5. Acqua, alloro e limone: prendete 4 foglie di alloro e pulitele bene, mettetele a bollire e tagliate la parte gialla della buccia di un limone, aggiungetela e lasciate bollire dieci minuti, ideale per digerire e alleviare i crampi.

6. Tisana al finocchio, ideale dopo il pasto per facilitare la digestione ed evitare la formazione di gas.

7. Fermenti lattici, yogurt e kefir, sono un buon rimedio contro il gonfiore ma attenzione non assumete lattosio se siete in dubbio su una possibile intolleranza.

8. Frutta cotta, in caso di stipsi può essere un rimedio naturale interessante, ma in tal caso tenete sotto controllo zuccheri e fibre. Assolutamente no in caso di diarrea.

9. Melissa, ideale per rilassare l’intestino e contro gli spasmi dolorosi nonché valida contro ansia e nervosismo.

10. Tisane rilassanti a base di camomilla, valeriana, tiglio e biancospino.

Cosa mangiare in caso di pancia gonfia?

Se si soffre spesso di pancia gonfia e la causa è proprio l’alimentazione, allora occorre rivederla. Ecco l’alimentazione consigliata.

In primis, niente più alcolici e bevande gassate.

Mangiare leggero, soprattutto la sera, evitando di associare proteine e carboidrati. Attenzione alla frutta dopo i pasti, in molti casi causa gonfiore.

Ecco alcuni alimenti consigliati contro la pancia gonfia: sedano, limone, ananas, papaya, avocado, mele, finocchi, mirtilli, tè verde, pompelmo, pesci e carni magre. Alcuni cibi si possono consumare crudi per evitare l’effetto gonfiore: cetrioli, sedano, finocchi, carciofi, meloni e mirtilli. Sono ammessi tacchino e pollo ai ferri. Sono concessi anche uova, formaggio magro, tonno al naturale e pesce lesso. Infine, è necessario consumare almeno 5 pasti al giorno, purché siano di piccoli dimensioni, così da evitare che la digestione sia affaticata e si accumuli tanta aria nello stomaco.

Quali sono i cibi da evitare? No ai fritti, ai dolci, ai cibi grassi ed elaborati, no anche a cavoli, cipolle, peperoni, carciofi cotti e melanzane. Attenzione ai legumi, potete decorticarli ma se ugualmente vi danno fastidio eliminateli.

Raduniamo un po’ di consigli e facciamo infine il punto della situazione:

  • Fare movimento, soprattutto se oltre al gonfiore si ha grasso viscerale, bene nuoto, corsa, zumba e total body. Inoltre l’intestino ne giova.
  • Relax, parola chiave perché lo stress, l’ansia e la tensione sono micidiali e si manifestano proprio fra pancia e stomaco. Imparate a rallentare, a prendervela con calma e a non strafare. Se soffrite di ansia e agitazione fate training autogeno, yoga, bevete tisane rilassanti e parlate con uno psicologo.
  • Evitate di masticare le gomme perché ingurgitate troppa aria, idem quando masticate, fatelo piano e a bocca chiusa (non è solo una questione di bon ton).
  • Latticini e glutine, se il sospetto verte su questi due basterà eliminarli per un periodo se si nota un miglioramento è il caso di fare delle analisi.
  • Le intolleranze alimentari sono per lo più bufale, le uniche accertabili son lattosio e celiachia, vi rendete conto da soli e facilmente quali cibi vi gonfiano la pancia e quali no, basta eliminarli.
  • Mangiare la frutta subito dopo i pasti a molti causa fermentazione, se vi accorgete che è così consumatela negli spuntini fra un pasto e l’altro.
  • Tenere sempre sotto controllo il peso, ma soprattutto l’indicatore visceral perché il grasso attorno agli organi è davvero pericoloso.

In genere, chi soffre spesso di pancia gonfia, trova grandissimi benefici nello svolgimento di attività fisica. Poiché spesso all’origine di questo malessere vi è un rallentamento dei processi digestivi causati dall’eccessiva sedentarietà, il movimento fisico giornaliero si presta a essere un’ottima strategia di cura e di prevenzione del gonfiore addominale. Fare palestra, o anche una semplice camminata di un’ora al giorno, è tra le migliori abitudini da adottare in caso di pancia gonfia. Tra le pratiche sportive sono molto utili lo yoga e la ginnastica dolce.

Se sei una donna potresti avere familiarità con la pancia gonfia durante il ciclo mestruale, anche in questo caso occorre tener d’occhio la dieta, abolire il sale e bere tantissima acqua (almeno 2 litri al giorno).

Infine, mai andare a letto subito dopo aver mangiato. Tale pratica favorisce il blocco della digestione e causare tutti i sintomi tipici della pancia gonfia. Viceversa, basta addormentarsi anche due ore dopo aver mangiato per avere la certezza di poter scongiurare eventuali fastidi sia a livello intestinale che digestivo.

Quali sono i vostri rimedi contro la pancia gonfia?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close