domenica , 23 luglio 2017
Home » Consigli per la casa » Pulizia della casa: come organizzarsi meglio e consigli utili
Pulizia della casa - come fare come organizzarsi meglio e consigli utili
Pulizia della casa: come organizzarsi meglio e consigli utili. Scopri come fare, organizzare e pianificare la pulizia della casa e i nostri consigli per fare ordine in casa velocemente senza sprecare tempo.

Pulizia della casa: come organizzarsi meglio e consigli utili

Pulizia della casa: come organizzarsi meglio e consigli utili, ovvero manuale di sopravvivenza per casalinghe/casalinghi senza collaboratori domestici.

Inizio sfatando un luogo comune: non tutti detestano le faccende domestiche. Io le trovo rilassanti, certo non faccio i salti di gioia specie quando non ho tempo per fare nulla che non sia lavorare, ma dedicare un piccolo spazio della mia giornata e rendere pulito e migliore l’ambiente in cui vivo mi libera la mente. In fin dei conti la nostra casa è il nostro rifugio, chi di noi vorrebbe vivere in una casa sudicia e disordinata?

Comunque, il sogno di chi non ama i lavori domestici è una casa che resti pulita il più a lungo possibile. Si può? Forse è un po’ utopico, ma io direi che si può cominciare da questa semplice idea di base:

  • Buttare ciò che non serve. Non accumulare. Non riempire le stanze all’inverosimile di cose inutili.

Esempio n1: i soprammobili sono belli, simpatici, sono dei cari ricordi. E attirano la polvere. Se odiate spolverare e soprattutto non ne avete il tempo è inutile riempirne ogni spazio libero.

Esempio n2: se avete un armadio che sta per esplodere e non mettete nemmeno la metà di quei vestiti, vi ci vorrà un’eternità per metterlo a posto, se non siete persone ordinate di vostro. Non è una fatica inutile?

Il primo passo per avere una casa facile e veloce da pulire è cercare di non riempirla di cose. Quindi nel pianificare le vostre pulizie di casa, vedremo più sotto qualche esempio, aggiungete anche periodicamente un tot di tempo dedicato allo sgombero delle cose vecchie/rotte/inutilizzate/inutili. E’ liberatorio e funziona (l’ho sperimentato con il mio armadio).

Il principio base è questo:

  • si vende ciò che è nuovo o poco usato ma di valore;
  • si regala ciò che non si usa e di cui altri possono aver bisogno;
  • si butta tutto ciò che è rotto, vecchio, macchiato o di cui ci si era scordati dell’esistenza.

All’inizio sembra difficile è questione di prenderci la mano ed esser obiettivi.

Il secondo passo è:

  • non affollarsi di detersivi sono costosi ed inquinano;
  • meglio farseli da soli (leggi anche: Detersivi fatti in casa). Se si usano prodotti chimici evitare di respirarne i vapori, usare dei guanti ed arieggiare bene il locale.

E’ fondamentale suddividere la pulizia della casa in più giorni, lasciare che la pulizia delle stanze si accumuli è contro producente, poi si potrebbe non avere il tempo di pulirle tutte insieme.

Di base è necessario ricordare che:

  • la casa va arieggiata almeno per 20 minuti, la mattina, tutti i giorni;
  • le stanze vanno spazzate e riordinate tutti i giorni;
  • il letto si rifà tutti i giorni la mattina;
  • la spazzatura si porta fuori tutti i giorni;
  • i pavimenti si lavano almeno ogni due giorni;
  • i mobili vanno spolverati regolarmente;
  • il bagno si pulisce tutti i giorni.

Pulizia della casa: da dove iniziare?

Pensare di poter pulire tutta la casa in un giorno è:

  • a. faticoso
  • b. impossibile

E comunque il giorno dopo ricomincia a sporcarsi e non si può aspettare il giorno delle pulizie della settimana prossima. Ecco perché è meglio approntare uno schema settimanale per fare le pulizie.

Procediamo con ordine.

Una stanza è comprensiva di muri, pavimento, porte, finestre, mobili e quando si pulisce a fondo tutte queste cose vanno prese in considerazione.

Per fare la pulizia della casa è bene cominciare dall’alto, il lampadario, i quadri le avvolgibili o le persiane. Quindi spostare i mobili se è possibile e passare un piumino dietro. Spolverare mobili e suppellettili. Pulire dentro i mobili. Sbattere all’esterno tappeti, tende e biancheria. Rifare il letto. Pulire i vetri. Spazzare e lavare per terra (spostare in un’altra stanza tutto ciò che può essere rimosso).

In bagno procediamo in egual modo provvedendo anche alla pulizia dei sanitari, della tenda da doccia e di tutte le piastrelle.

In soggiorno dedichiamo particolare attenzione ai mobili, al divano e alla stufa/caminetto/termosifoni. L’angolo cottura va lavato accuratamente ed i mobili puliti e riordinati. Pulire ovviamente il frigo dentro e fuori ed il forno. Dare ogni tanto uno sguardo agli elettrodomestici per una veloce manutenzione ordinaria.

Parliamo dell’organizzazione di un piano settimanale per le pulizie:

Lunedì

Soggiorno e cucina – pulizia della casa approfondita. Magari la domenica si sono avuti ospiti e il lunedì è il caso di dare una rassettata. Una sistemata anche al bagno e siamo a posto. Lavare per terra tutte le stanze.

Martedì

Pulizia delle stanze da letto adulti e bambini. E’ molto importante lavare bene giochi e peluche, tende e tappeti perché la polvere è micidiale. Sistemare per bene gli armadi, togliendo ciò che non serve e riponendo in un cesto gli indumenti da rammendare.

Mercoledì

Bagno – pulizia accurata con rimozione di prodotti non utilizzati o scaduti. Bucato infrasettimanale con pulizia della lavatrice. Aspirapolvere in tutte le stanze.

Giovedì

Pulizia degli ambienti esterni: giardino, verande, balconi. Almeno un giovedì al mese o anche ogni due mesi pulizia e sgombero si soffitta o cantina.

Venerdì

Pulizia accurata della cucina e del soggiorno in previsione del fine settimana. Stirare, se stirate.

Sabato

Bucato del week-end, aspirapolvere in tutte le stanze e pulizia bagno. Lavare per terra tutte le stanze.

Qual è il segreto?

Se si tiene una casa in ordine dedicandole un po’ di tempo tutti i giorni, si farà meno fatica. Utilizzare ad esempio scatoline graziose per riporre gli oggetti piccoli in modo da non averli sempre in giro. Raccogliere le riviste in apposito raccoglitore.

Pulizia della casa: piccoli trucchi e consigli:

  • usate la carta dei giornali già letti per la lettiera del gatto o per pulire i vetri;
  • quando friggete per non sporcare troppo coprite il ripiano fra i fuochi con carta alluminio che non prende fuoco;
  • pulite i sanitari con acqua e bicarbonato o acqua e aceto per rimuovere il calcare;
  • usate i panni antistatici per spolverare così che la polvere non voli subito e si riposi dov’era prima;
  • spruzzate la scopa con un antipolvere e passatela nelle stanze;
  • lavare i pavimenti dopo pranzo quando non c’è nessuno in giro o prima di andare a letto;
  • pulire bene le fughe delle pianelle che molto spesso manda un cattivo odore;
  • asciugare sempre le piastrelle del bagno e della cucina, onde evitare la muffa;
  • versare a giorni alterni un po’ di aceto caldo negli scarichi di cucina e bagno;
  • per evitare che le viti arrugginiscano o le bottiglie in alluminio lascino aloni dove sono poggiate usate lo smalto delle unghie, si applica sulle viti del water e le bordo del fondo degli oggetti in alluminio nel bagno;
  • qualora sia possibile evitare peluche e tappetti, attirano troppa polvere e l’asma è una grossa seccatura;
  • smacchiare subito le macchie non rimandare per nessun motivo, una macchia vecchia è difficile da togliere e richiede più tempo ed energia;
  • mettere qualche goccia di candeggina, massimo tre, nell’acqua dei fiori recisi per farli durare più a lungo. Conservare i petali secchi per farne sacchetti profumati. D’estate meglio evitare onde ritrovarsi la casa infestata dalle zanzare.

Cosa ne pensate dei nostri consigli su come fare la pulizia della casa? Avete qualche consiglio da suggerire?

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close