venerdì, Giugno 21 2024

Se non riesci a dormire tutta la notte per lunghi periodi, ti svegli di frequente e al mattino ti senti stanco e spossato, è molto probabile che tu soffra d’insonnia.

Questo termine è comunemente utilizzato per esprimere la difficoltà ad addormentarsi, ma sta anche a indicare una scarsa quantità e qualità di sonno, dovuti ai risvegli ripetuti durante la notte.

Le cause di questa condizione possono essere molteplici, dall’ansia e lo stress, all’uso di sostanze eccitanti, a dolori fisici, malattie del sistema nervoso, sindrome premestruale, rumori esterni e tanto altro.

Soffri d’insonnia?

Ultimamente fai fatica a dormire tutta la notte o più di tre ore di seguito, senza svegliarti? Potresti soffrire d’insonnia, oppure, avere un problema temporaneo, dovuto a qualche preoccupazione eccessiva.

In quest’ultimo caso, intervenendo sulla causa, dovresti riacquistare la tranquillità necessaria per riposare bene.

Chi soffre d’insonnia sperimenta:

  • Difficoltà a prendere sonno
  • Difficoltà a dormire senza risvegli notturne
  • Risvegli mattutini anticipati

Per capire se una persona sta vivendo questa patologia, in modo più o meno grave, bisogna che si verifichino le seguente condizioni:

  • 30 o più minuti per addormentarsi la prima volta e dopo ogni risveglio
  • Problemi di addormentamento e risvegli notturni più di 3 volte a settimana
  • I sintomi durano da più di 6 mesi

L’insonnia influisce sulla qualità della vita delle persone, che durante il giorno, si sentono stanche, prive di energie e assonnate.

Rimedi per dormire la notte

Per evitare di utilizzare farmaci contro l’insonnia, puoi provare a cambiare alcune abitudini durante la giornata e nella fase di addormentamento. Il miglior rimedio per dormire è quello di creare le condizioni favorevole al riposo notturno. Vediamo cosa fare:

  • Decidi un orario preciso per andare a dormire e per svegliarti. È importante avere una regolarità nei ritmi circadiani.
  • Non bere alcolici e non fumare 4 ore prima di andare a dormire.
  • Non assumere cioccolato, caffè e bibite contenenti caffeina o teina 6 ore prima di andare a letto.
  • Non mangiare troppo pesante nelle 3 ore prima del riposo notturno. Preferisci pasti leggeri, evitando cibi piccanti o troppo zuccherati.
  • Il riposo pomeridiano non deve superare i 45 minuti.
  • Assicurati che il letto sia comodo.
  • Limita luce e rumori che possono interferire col sonno.
  • Non fare esercizio fisico prima di dormire.
  • Regola la temperatura presente nella camera da letto. Troppo caldo o troppo freddo disturbano il sonno.
  • Se non resisti e vuoi fare uno spuntino prima di dormire, preferisci frutta secca o latte.
  • Evita di guardare la televisione o di usare lo smartphone e altri dispositivi elettronici a letto, prima di addormentarti. La luce blu e le onde elettromagnetiche emesse alterano il sonno.

Consumare la cena entro le 20.30, il pasto deve essere equilibrato, possibilmente a base di proteina magre (pollo o pesce) e verdure, a cui aggiungere cereali integrali. È importante non mangiare cibi difficili da digerire come quelli fritti o gli alimenti grassi.

Rimedi naturali per dormire, efficaci contro l’insonnia

Per dormire meglio la notte, oltre alla modifica delle abitudini quotidiane, puoi provare delle sostanze naturali, le cui proprietà sono note per favorire l’addormentamento e il buon riposo. Sono i rimedi della nonna per dormire, ovvero, metodi naturali a base di erbe, che conciliano il sonno, rilassano la mente e ti aiutano a migliorare la qualità del riposo notturno.

Camomilla

La camomilla calma i nervi con il suo effetto rilassante e antinfiammatorio, facilitando il sonno. Riduce l’ansia e l’irritabilità e promuove il rilassamento mentale.

Valeriana

La valeriana è un sedativo naturale, aiuta a rilassarsi e riduce i tempi necessari per addormentarsi. Ha proprietà ipnotiche e sedative del sistema nervoso centrale

Passiflora

La passiflora ha proprietà ansiolitiche e sedative, riduce l’ansia e l’ipertensione. Calma l’attività celebrale, aiuta a dormire e migliora la durata del sonno.

Melissa

La melissa è nota per le sue proprietà calmanti e ansiolitiche. Migliora l’umore, riduce lo stress e favorisce il sonno riposante.

Tiglio

Il tiglio ha un effetto sedativo sul sistema nervoso. Riduce l’irritabilità e l’ansia, migliorando l’induzione del sonno.

Biancospino

Il biancospino ha proprietà calmanti sul sistema nervoso, regola il battito cardiaco e abbassa la pressione sanguina, creando le condizioni per prendere sonno e ridurre i risvegli notturni.

Puoi assumere questi rimedi naturali per il sonno, preparando delle tisane per dormire o degli infusi da bere un’ora prima di andare a coricarti, oppure, in alternativa, acquistare degli integratori alla melatonina per l’insonnia o a base di queste erbe.

Se decidi di provare queste medicine naturali per dormire, ti consigliamo di chiedere consiglio al tuo medico curante per valutare la fattibilità dell’assunzione e il dosaggio.

Previous

Latte di fico: rimedio naturale contro le verruche

Next

Come sgonfiare lo stomaco: i rimedi naturali più efficaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche