Home » Salute » I trattamenti estetici contro la cellulite più efficaci
Trattamenti cellulite efficaci. Scopri le cause della cellulite ed i trattamenti estetici più efficaci per combattere la cellulite ed eliminarla per sempre dalle cosce, gambe e glutei

I trattamenti estetici contro la cellulite più efficaci

I trattamenti estetici contro la cellulite più efficaci: un argomento che sta molto a cuore a tante donne che vivono questo problema. Prima di affrontarlo nel dettaglio però parliamo del problema, ovvero: cause, sintomi e problematiche della cellulite.

Cellulite: cos’è, cause, stadi e problematiche

La cellulite non è solo un problema estetico ma è una vera e propria patologia. Si presenta con una pelle che manifesta depressioni o introflessioni nella zona pelvica e addominale, nei fianchi, sui glutei e nelle cosce; possono presentarsi anche noduli nel tessuto adiposo che possono far sospettare uno stadio infiammatorio.

Per tanto è regnata una grande confusione su questo problema, soprattutto sulle sue cause: nel 1922 Alquier e Paviot con il termine cellulite intendevano un inestetismo ma ciò creava confusione con il termine inglese cellulits che nella letteratura medica inglese indicava una infezione cancrenosa dei tessuti sottocutanei. Anni dopo s esposero teorie contrastanti a proposito di edemi, fibrosi e adipe e ciò ha contribuito a creare il caos circa l’origine del problema.

A tutt’oggi sappiamo che ha origini varie e può dipendere da tanti fattori, ad esempio:

  • disturbi del metabolismo e cattiva alimentazione;
  • alterazione del tessuto connettivo;
  • fattori ormonali;
  • fattori genetici;
  • alterazioni nel sistema linfatico o del sistema microcircolatorio;
  • vita sedentaria e scarso movimento;
  • scarpe e abbigliamento troppo stretti;
  • fumo e stress;
  • obesità;
  • ereditarietà;
  • assunzione di estrogeni.

La cellulite affronta tre fasi:

  1. edematosa, quindi associata ad un ristagno di liquidi (edema);
  2. fibrosa, quindi ad un aumento delle strutture del tessuto connettivo-fibroso, con il risultato che il tessuto adiposo diventa duro e si possono formare dei noduli;
  3. sclerotica, ovvero si forma un indurimento dei tessuti associati a noduli di grandi dimensioni sovente dolenti.

C’è da dire che il tessuto adiposo presente nelle aree colpite dalla cellulite, ha in realtà diverse funzioni fra cui proteggere il nostro corpo dalle forze meccaniche esterne e interne, produrre ormoni, fare da tramite nella regolazione dell’insulina e nelle infiammazioni etc. Accade però che un ristagno di liquidi possa far gonfiare e rompere le cellule adipose dando appunto origine al problema.

Come si diagnostica la cellulite?

Oltre all’autovalutazione, si può misurare l’elasticità della pelle con l’elastometro, oppure si può visualizzare il tessuto sottocutaneo con gli ultrasuoni. Anche con la risonanza magnetica si possono visualizzare le strutture interne, altri esami possibili sono il laser Doppler flussimetria e la termografia.

La cellulite inoltre può essere:

  1. compatta ovvero dura al tatto, dolente con smagliature e si manifesta soprattutto su ginocchia, cosce e glutei;
  2. molle ovvero con la presenzadi noduli sclerotizzati, solitamente concentrati su parti quali l’interno coscia o le braccia, molto comune nelle donne di etàavanzata;
  3. edematoso ovvero si manifesta con problemi circolatori venosi e linfatici a causa del ristagno di liquidi, si localizzafra i piedi e le caviglie.

I trattamenti estetici contro la cellulite più efficaci

In primis, va detto che occorre consultare il medico e fare gli esami diagnostici per verificare a che stadio sia la cellulite e quindi decidere poi il da farsi.

Fra i trattamenti estetici contro la cellulite più efficaci abbiamo:

  • Cavitazione per fianchi e glutei, tramite delle testine metalliche si trasmettono ultrasuoni ad una frequenza di 3MHz con il risultato della liquefazione dei cuscinetti adiposi. Le sedute durano dai 30 ai 40 minuti e normalmente sono necessarie dalle 6 alle 10 sessioni per ottenere i benefici del macchinario. E’ controindicato in caso di: pacemaker, cancro, diabete, infezione, gravidanza, epilettici.
  • Carbossiterapia, si somministra negli strati tessuto cutaneo e sottocutaneo dell’anidride carbonica. Il risultato è un maggiore drenaggio linfatico, un miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti e la rimozione dei liquidi a livello venoso e linfatico.
  • Smooth Shape ovvero due trattamenti laser che operano in sinergia per liquefare le cellule adipose e per incrementare la permeabilità della membrana delle cellule adipocitiche così da migliorare la circolazione.
  • Pressoterapia, si attuano delle pressioni sulle zone cellulitiche con un macchinario in modo da ripristinare la circolazione ed eliminare la ritenzione idrica.
  • Endermologie, si stimola meccanicamente il derma per eliminare le scorie del tessuto sottostante.
  • Mesoterapia, si somministrano specifici farmaci diluiti con aghi intradermici per drenare i liquidi. Si esegue solo se la causa del problema è stata appurata con certezza. Sono stati appurati buoni risultati in caso di cellulite ai primi stadi. Può comportare effetti collaterali.
  • Microterapia, anche in questo caso viene iniettata una soluzione ipersalina che per osmosi attrae i liquidi e ne favorisce il drenaggio.
  • Idroelettroforesi, grazie ad una delicata scossa di corrente si fanno penetrare nel derma dei principi attivi, sostanze farmacologiche. Viene impiegata nel trattamento della cellulite di diversi stadi e delle adiposità localizzate ma anche contro le smagliature.
  • Thermage, un lifting non chirurgico che diminuisce l’inestetismo e da maggiore compattezza al derma.
  • Laserlisi, attraverso l’energia della luce si sciolgono i depositi adiposi e migliorano l’aspetto a buccia d’arancia.
  • Lipomassage ovvero una sorta di massaggio sottocutaneo che riattiva il metabolismo dei tessuti e la circolazione.
  • Criolipolisi ovvero un trattamento che sfrutta il calore per sciogliere i cumuli di adipe.
  • Linfodrenaggio, ossia un massaggio profondo che stimola il flusso linfatico a drenare la stagnazione dei liquidi.
  • Endermologia in questo caso il massaggio viene praticato con una macchina composta da due rulli che aspira la pelle, il fine è aumentare il flusso linfatico e del sangue. Non è consigliato in caso di: varici dolorose, ematomi, gravidanza, angiomi, flebiti, neoplasie in corso.
  • TriActive, trattamento con luce pulsata che combina massaggio ed aspirazione con conseguente effetto drenante.
  • Liposcultura e liposuzione ovvero l’eliminazione del tessuto adiposo tramite delle tecniche di aspirazione meccanica attuate con delle micro cannule o delle siringhe. E’ un trattamento indicato per gravi casi di cellulite.
  • Ionoforesi per mezzo di un’apparecchiatura e mediante l’applicazione di corrente galvanica, si generano dei campi magnetici sulla pelle che inducono la vasodilatazione dei vasi sanguigni.

Si ricorda che in caso di sospetto inizio di cellulite, prevenire è meglio che curare, informatevi sui rimedi naturali e sulla prevenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *