sabato, Luglio 20 2024

Il polpo è tra le creature del mare, la più interessante, sia dal punto di vista morfologico che per le sue abitudini.

Il polpo comune o piovra è un cefalopode della famiglia Octopodidae e si differenzia dall’Octopus macropus. Mentre il primo ha una struttura più masiccia e le braccia più corte, il secondo, chiamato anche polpessa è più allungato e ha sulla pelle delle chiazze biancastre. Il polpo del Mediterraneo appartiene alla prima specie ed è di qualità superiore.

Una specie più piccola è l’Eledone moschata, più noto come moscardino che è anche molto buono da mangiare e ha una carne più morbida che si cuoce in pochissimo tempo.

Il polpo è formato da due occhi, tre cuori e 7 o 8 tentacoli, muniti di ventose. La cavità orale del polpo è collocata sotto la testa e presenta una tipica forma a becco. Il capo contiene il cervello e gli organi.

Proprietà e benefici del polpo

Proprietà dimagranti: per il basso contenuto calorico (57 calorie per ogni 100 gr), per la povertà di carboidrati e per l’effetto saziante, il polpo è consigliato a chi ha problemi di sovrappeso e desidera seguire una dieta dimagrante e a coloro che soffrono di ipertensione.

Proprietà rimineralizzanti ed energizzanti: il potassio contenuto nel polpo, dà beneficio a chi soffre di spossatezza ed energia allo sportivo durante la sua attività fisica. Il fosforo aiuta lo sviluppo cerebrale, la concentrazione e previene le malattie degenerative della memoria, come la demenza senile e l’alzheimer.

Proprietà antianemiche: le vitamine del gruppo B regolano l’assunzione del ferro e quindi il polpo è un supporto a chi deve seguire una dieta che faccia innalzare i valori ematici. Inoltre, viene migliorato il funzionamento del sistema nervoso e del fegato.

Essendo un alimento allergizzante, se ne sconsiglia l’assunzione ai bambini al di sotto dei due anni e per l’elevata concentrazione di purina, a chi soffre di gotta.

Come pulire e tagliare il polpo

Al momento di acquistare il polpo, potete riconoscere la sua freschezza per il suo colorito vivace e brillante. Dovete procedere alla sua pulitura e quindi iniziate a sciacquarlo sotto l’acqua, strofinandolo con le mani, per eliminare la parte viscosa.

Asciugatelo con un panno asciutto e trasferitelo su un tagliere, quindi, con un coltello, eliminate gli occhi, incidendo la sacca alla loro altezza e togliete anche il becco, incidendo attorno alla bocca e scavando. Per rendere la carne più tenera, sbattetela con un batticarne. Rivoltate la testa ed estraete le interiora. Sciacquate nuovamente il polpo in maniera accurata.

Come cucinare il polpo

Il polpo pulito, deve essere cotto in una pentola alta e con abbondante acqua leggermente salata, perché il polpo ha un sapore abbastanza salino, aggiungete all’acqua degli aromi per insaporirlo, come carote e cipolle.

Quando l’acqua bolle, immergete i tentacoli per quatto, cinque volte, facendoli riemergere, questo consentirà alle punte di arricciarsi.

Cuocete il polpo fino a quando la sua carne sarà ben cotta, ma dovrà rimanere ben soda. Potete utilizzare una forchetta per punzecchiarlo. Considerate che per un chilo di polpo occorrono di solito 40 minuti. Durante la cottura, eliminate con una schiumarola la schiuma che si forma in superficie.

Una volta cotto, lasciate il polpo nella sua stessa acqua a raffreddare, quindi scolatelo e trasferitelo su un tagliere per tagliarlo a pezzi.

Come cucinare il polpo? Con il polpo, potete preparare un sugo appetitoso per condire dei primi piatti di pasta, oppure creare delle insalate estive fresche e sempre diverse. Il polpo è molto buono condito solo con succo di limone e un filo d’olio evo oppure arricchito con tante verdure croccanti di stagione.

Per dei secondi piatti, unite il polpo a verdure miste per delle zuppe ricche e appetitose. Potete preparare un carpaccio di polpo o farlo semplicemente fritto e servirlo con tante verdure fresche.

Vediamo insieme alcune ricette con il polpo, facili e veloci, con cui potete realizzare dei primi piatti invitanti e dei secondi da preparare per tutte le occasioni.

Ricette con il polpo: primi piatti

Insalata di pasta fredda con polipo e verdure croccanti

Come primo piatto con il polpo, desideriamo suggerirvi una pasta fredda che specie col caldo afoso dell’estate è l’ideale. Preparatela in anticipo e conservatela in frigo, per essere pronta da portare al mare e mangiarla tutti insieme. Vi suggeriamo gli ingredienti per 4 persone, ma voi naturalmente abbondate, se siete in tanti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr di fusilli
  • 800 gr di polpo
  • 3 zucchine medie
  • 3 carote
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone verde
  • 1 scatola di funghi champignon
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • il succo di 1 limone
  • prezzemolo tritato q.b.

Procedimento:

Preparate una pentola capiente e portate a ebollizione abbondante acqua. Nel frattempo, pulite il polpo, rigirando la testa ed eliminando le interiora e il becco e strofinatelo per eliminare la patina vischiosa, quindi immergetelo nell’acqua bollente a cui avete aggiunto poco sale.

Cuocete il polpo finché, punzecchiandolo con una forchetta, risulterà cotto, ma sodo.

Lasciatelo raffreddare nell’acqua di cottura per altri 20 minuti, quindi scolatelo e tagliatelo a pezzi abbastanza grossi.

Occupatevi, adesso, delle verdure che dovrete pulire e tagliare a rondelle e i peperoni a quadratini e in una padella capiente fate saltare in poco olio evo prima le carote per qualche minuto, di seguito aggiungete le zucchine e quando si saranno ammorbidite appena, completate con i peperoni e infine i funghetti, insaporite con poco sale, amalgamate tutti gli ingredienti e completate la cottura finché le verdure saranno cotte, ma croccanti.

A questo punto, cuocete i fusilli in abbondante acqua salata e scolateli al dente, passateli sotto l’acqua fredda per accelerarne il raffreddamento e bloccare anche la cottura.

Versate la pasta in un piatto da portata capiente e aggiungete il polpo e le verdure, abbondante prezzemolo tritato, succo di limone, olio extravergine d’oliva e pepe nero, appena macinato e servite subito.

Garganelli al sugo di polpo

Provate anche voi a preparare una pasta col sugo di polpo, è davvero molto gustosa e invitante. E’ adatta a coloro che amano i sapori decisi e vi suggerisco di proporla per una cena tra amici.

Ingredienti per 4 persone:

  • 340 gr di garganelli
  • 700 gr circa di polpo
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

Procedimento:

Pulite il polpo, sciacquatelo sotto l’acqua fredda e tagliatelo a pezzi abbastanza piccoli.

In una padella capiente, preparate un soffritto con olio evo e uno spicchio d’aglio e soffriggete a fiamma dolce, aggiungendo una parte del prezzemolo tritato.

Eliminate l’aglio e aggiungete nella padella il polpo a pezzetti e lasciate in cottura a fuoco medio, amalgamate e aggiungete il vino e lasciate sfumare.

A questo punto, unite al polpo la passata di pomodoro, aggiustate di sale e di pepe e continuate la cottura, con il coperchio, fino a quando i sapori si saranno ben amalgamati e il polpo sarà cotto.

Cuocete i garganelli in abbondante acqua salata, scolateli al dente e fateli saltare in padella col sugo.

Servite con altro prezzemolo tritato e pepe nero appena macinato.

Ricette con il polpo: secondi piatti

Polpo fritto su letto di lenticchie miste

Per una cena diversa, vi propongo questo polpo fritto con i legumi e noi abbiamo scelto le lenticchie, che potete anche sostituire con i fagioli. Potete servire il piatto caldo nella stagione invernale, ma può diventare anche un piatto fresco e ricco da proporre con la bella stagione.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 polpo di 800 gr circa
  • 150 gr di lenticchie giganti
  • 50 gr di lenticchie rosse
  • 1 cipollotto
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • farina di semola rimacinata
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • cerfoglio fresco q.b.

Procedimento:

Lessate le lenticchie in abbondante acqua salata e insaporitela con la carota e il cipollotto tritati. Essendo le lenticchie di diverso tipo, quelle rosse che si scioglieranno subito, serviranno a dare la giusta cremosità al piatto, le altre dovrete cuocerle al dente.

Nel frattempo, pulite e cuocete anche il polpo in acqua appena salata e insaporita con del prezzemolo.

Scolate il polpo ben sodo e tamponatelo con un panno asciutto, quindi tagliatelo a pezzetti.

Impanate il polpo nella farina, insaporita con poco sale e del pepe macinato e friggetelo nell’olio bollente.

Quando il polpo si sarà imbiondito, trasferitelo sulla carta assorbente.

Componete gli elementi del piatto e quindi distribuite le lenticchie su un piatto da portata e disponeteci sopra il polpo fritto.

Decorate con delle foglie di cerfoglio fresco e un filo d’olio extravergine d’oliva.

Zuppa di verdure miste con moscardini

Questo secondo piatto è molto ricco e appetitoso, composto da tante verdure cotte assieme. In questo caso, abbiamo scelto i moscardini che sono dei polpi piccoli e richiedono un tempo di cottura inferiore rispetto al polpo che ha la carne più dura. E’ una soluzione ideale, quando avete poco tempo e desiderate preparare un pranzo veloce.

Ingredienti per 4 persone:

  • 650 gr di moscardini
  • 2 mazzetti di coste
  • 1 cipolla
  • 250 gr di patate
  • 150 gr di piselli freschi
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero macinato q.b.

Procedimento:

Pulite le coste, lessatele in acqua salata e scolatele, quindi riducetele in pezzi corti.

In una padella capiente, preparate un soffritto con l’olio evo e la cipolla tagliata finemente, quindi aggiungetevi le patate che avete tagliato a pezzi grossi e sciacquato sotto l’acqua fredda.

Quando le patate avranno preso un colorito dorato, aggiungete alla padella la passata di pomodoro, i piselli e infine le coste.

Lasciate in cottura e a fiamma dolce le verdure, per circa 20 minuti, dopo di che, aggiungete i moscardini che avete già pulito, sciacquato e tagliato a pezzi grossi.

Continuate la cottura per pochi minuti ancora, perchè i moscardini siano ben cotti e insaporite con sale quanto basta e una macinata di pepe.

Servite la zuppa di moscardini in ciotole e accompagnate il piatto con crostini di pane di segale fatto in casa.

Ricette con il polpo: contorni

Carpaccio di polpo allo zenzero

Per un’idea originale e fresca, vi propongo questa ricetta che potete preparare in anticipo e offrirla per un pranzo estivo come accompagnamento a piatti vari di pesce e di verdure, o come antipasto per un buffet ricco. Farete sicuramente un figurone.

Ingredienti per 4 persone:

  • un polpo di circa 800 gr
  • 1 carota
  • 1 cipollina
  • 1 ciuffetto di prezzemolo tritato
  • 1 limone
  • zenzero q.b.
  • qualche foglia di menta
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Pulite il polpo e cuocetelo in abbondante acqua appena salata e insaporita con cipolla e carota tagliate a rondelle, fino a quando sarà cotto, ma ben sodo.

Lasciatelo nell’acqua di cottura altri 20 minuti, quindi scolatelo.

Nel frattempo, procuratevi una bottiglia di plastica, tagliate ed eliminate la parte superiore e fate alla base dei forellini che serviranno ai liquidi in eccesso del polpo, di fuoriuscire.

Ora, tagliate il polpo a pezzi, perciò separate la testa dai tentacoli che farete a pezzi e iniziate a riempire la bottiglia con le varie parti del polpo, disponendo i tentacoli con le ventose all’esterno.

Man mano che inserite i pezzi di polpo, fate una pressione su di essi, utilizzando un batticarne o anche con una bottiglia piccola.

Ultimata questa operazione, piegate i lembi della bottiglia verso l’interno, procurandogli dei taglietti e avvolgete tutta la bottiglia con la pellicola trasparente.

Lasciate riposare il polpo in frigo per 24 ore.

Preparate un’emulsione con il succo di limone, lo zenzero grattugiato, abbondante prezzemolo tritato e qualche foglia di menta e sbattetelo vigorosamente.

Estraete il polpo dalla bottiglia che dovete tagliare con le forbici.

Affettate il polpo e disponetelo in una pirofila, distribuite sulle fette tutta l’emulsione e completate grattugiando altro zenzero fresco.

Previous

Come cucinare il farro: ricette facili e veloci

Next

Come cucinare il pesce spada: ricette facili e veloci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche