giovedì, Febbraio 22 2024

L’acetone è un disturbo frequente in età pediatrica, che può manifestarsi anche in qualunque altra fascia d’età. La Coca Cola è un rimedio molto consigliato per contrastare i classici sintomi, ma funziona sempre? Quali sono gli altri rimedi contro l’acetone?

Cos’è l’acetone

L’acetone è una sostanza chimica prodotta nel corpo come parte di una risposta metabolica naturale. Questo accade quando l’organismo, per soddisfare le sue esigenze energetiche, ha esaurito tutte le fonti di zuccheri disponibili (ad esempio, il glucosio). In questa situazione, il corpo inizia a bruciare i grassi immagazzinati per ottenere energia aggiuntiva.

Questa transizione verso la combustione dei grassi può causare un aumento temporaneo dei livelli di acetone nel sangue e nelle urine. Si tratta di una condizione, solitamente, passeggera (24-48 ore) e non rappresenta un problema serio. Può verificarsi nei bambini quando, per esempio, digiunano per un breve periodo o mangiano meno del solito.

Sintomi dell’acetone

Non parliamo, quindi, di una malattia ma di uno squilibrio metabolico, che si manifesta con sintomi abbastanza riconoscibili:

  • Sensazione di nausea
  • Alito cattivo
  • Malessere generalizzato
  • Mal di testa
  • Vomito
  • Dolori addominali
  • Spossatezza

In particolare, i sintomi più specifici sono l’alito fruttato, (spesso anche il solo ad esordire) e il vomito, a volte forte e irrefrenabile, che porta il bambino a disidratazione. Di conseguenza, vi è l’esordio di altri sintomi come lingua asciutta con una leggera patina bianca, mal di testa, respiro affannoso e frequente.

Come si misura

Per verificare se il bambino ha l’acetone, basta acquistare in farmacia, dei test specifici. È poi sufficiente raccogliere dell’urina,  immergere una striscia e osservare il colore che cambia per determinare la quantità di acetone presente. Questo metodo è spesso utilizzato anche da persone con diabete o da chi segue diete chetogeniche.

Acetone nei neonati

L’acetone può esserci anche fin dai primi mesi di vita, questo perché gli organi, come fegato e muscoli, non sono ancora ben sviluppati, e quindi,  la loro capacità di immagazzinare gli zuccheri è molto ridotta.

In questo caso è importante, ai primi sintomi dell’acetone, portare il neonato dal pediatra, che potrà visitarlo approfonditamente e valutare la causa del problema.

Come curare l’acetone

Se il bambino ha l’acetone e presenta sintomi di malessere, bisogna intervenire con una bevanda a base di zucchero e Sali minerali come succhi di frutta o camomilla dolcificata con miele. In alternativa, va bena anche un semplice bicchiere di acqua e zucchero.

La bevanda va bevuta gradualmente, a piccoli sorsi, perché grandi quantità, potrebbero provocare il vomito. Si tratta di un rimedio immediato, che serve a far risalire velocemente la quantità di zucchero nel corpo.

Successivamente, è importante mettere in atto delle buone abitudini alimentari e dei cambiamenti nello stile di vita del bambino.

Alimentazione e dieta

Per gestire i livelli di acetone nei bambini, è importante fornire loro una dieta equilibrata ed evitare situazioni di digiuno prolungato o carenza calorica. Una buona alimentazione riporta il metabolismo alla sua normale attività e ristabilisce l’equilibrio fisiologico necessario per evitare che l’acetone si presenti di nuovo.

È fondamentale mangiare cibi sani, non digiunare o saltare i pasti, evitando che il corpo sia costretto ad attingere dalla riserve di grasso, una volta esaurite quelle di zucchero. Un bambino deve seguire una dieta povera di alimenti con grassi animali, e ricca di carboidrati, frutta, verdura, carne bianche, pesce e legumi.

Perché si consiglia la Coca Cola per l’acetone nei bambini?

La Coca Cola è un rimedio contro l’acetone nei bambini molto efficace, un rimedio della nonna che viene consigliato anche da molti pediatri. È una bevanda ben tollerata e molto ricca di zuccheri, quindi in caso di acetone, è sufficiente un bicchiere, per far salire rapidamente la curva glicemica.

Inoltre, in farmacia esistono dei prodotti specifici per trattare l’acetone e il disquilibrio metabolico. In ogni caso, prima di dare la Coca Cola al tuo bambino o acquistare un prodotto, ti consigliamo di consultare il pediatra.

Previous

Bruciore di stomaco in gravidanza: come rimediare

Next

Sbiancamento o faccette estetiche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche